Santo Rosario on line


Novena ai Santissimi Cosma e Damiano
Primo giorno
O gloriosi Santi Medici, Co­sma e Damiano, che, fin dai vo­stri giovani anni accoglieste e coltivaste nel cuore i primi ger­mi della fede cristiana, volgete, pietosi, lo sguardo sopra di noi che invochiamo i vostri nomi e, con piena fiducia, facciamo ricorso al vostro potente patrocinio. Fra le tenebre degli errori, che ci circondano, e le attrat­tive di un paganesimo rinascente nei costumi e nelle mol­teplici manifestazioni della vita, otteneteci di mantenerci sempre fedeli agli insegnamenti di Colui, che è la Luce ve­ra, che illumina ogni uomo che viene in questo mondo. Presentate a Dio le vostre incessanti preghiere, perché con l'immancabile trionfo del Vangelo, nessuna anima re­denta dal sangue prezioso del Figlio suo vada perduta.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

O invitti Testimoni di Cristo, che, forti nella fede e so­stenuti dalla speranza, diveniste ardenti di santo amore verso Dio e il prossimo, liberate, ve ne preghiamo umil­mente, il nostro cuore da ogni basso egoismo. Comuni­cateti almeno una scintilla di quell'ardentissima carità, che vi rese accetti al Signore e pietosi samarîtani verso i fra­telli, specie nell'esercizio disinteressata della vostra arte medica. Rendeteci operatori di bene a vantaggio spiri­tuale e temporale di coloro che ci circondano e fate che la carità, proclamata dal Vangelo, unisca tutto il popolo di Dio negli stessi palpiti di amore e in una sola comunità pacifica per la edificazione del corpo di Cristo.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

O eroici Atleti della Fede, che, educati alla scuola nascente del Nazareno, affrontaste con coraggio ogni sorta di marti­rio e la ferocia dei crudeli proconsoli pagani, suscitate nei nostri cuori un forte zelo per la conquista di tante ani­me, che vivono lontane dalla casa dei Padre. Non vedete come, anche oggi, la Chiesa ha i suoi implacabili nemici, che la perseguitano nei suoi ministri e nei suoi seguaci e la offendono conculcandone la dottrina e la morale? Ot­tenete anche a noi la forza di rimanere saldi nella fede, obbedienti alla voce dei Pastori e propagatori del Regno di Dio sulla terra. O amabili Santi, voi che curaste prima le infermità delle anime e poi quelle del corpo;Voi che, a somiglianza di Gesù, guariste gli ammalati, che a Voi face­vano ricorso, più con la preghiera che con gli umani ri­medi, liberateci da tanti mali morali, che affliggono le no­stre anime, e insegnateci il segreto di poter conservare, in tutta la nostra vita, sempre viva e operante la voca­zione cristiana, che ricevemmo coi battesimo, onde po­ter conseguire il premio finale, promesso ai giusti, nella gloria dei cieli.Amen.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

Preghiamo: O insigni Medici, Martiri Cosma e Damia­no, voi che in vita, esercitando l'arte medica con ammi­rabile carità e disinteresse, spargeste a piene mani tesori di bontà e di misericordia, ora che siete presso Dio, volgete i vostri sguardi pietosi su di noi. Mirate, o gloriosi Santi, quanti mali spirituali e temporali ci op­primono, e stendeteci benigni la vostra mano soccorritrice. Libe­rateci dai giusti castighi che ci possono giungere a causa dei nostri peccati. Difendeteci da tanti nemici visibili e in­visibili, che insidiano la nostra eterna salvezza. Allontanate da noi tante infermità che amareggiano la vi­ta. Confortateci nelle angustie; confermateci nei santi de­sideri e mantenete ben radicata e ferma nei nostri cuori la fede vera, l'umiltà, l'intrepida fortezza, la rassegnazione alla divina volontà e la perseveranza nel santo proposito di vivere e morire per Gesù Cristo. Queste grazie, o Santi nostri intercessori, ottenete dal Si­gnore non solo per noi, ma anche per le nostre famiglie, per i nostri amici e per i nemici. Così protetti nell'anima e nel corpo, potremo qui in terra dare gloria a Dio, ono­re a voi, e venire un giorno lassù nel cielo a godere la vi­sione beatifica di Dio, per tutti i secoli dei secoli. Amen.