Santo Rosario on line


Meditazioni sulla Madonna di Fatima







Le apparizioni a Lucia, posteriori al 1917, la devozione dei primi cinque sabati del mese

Nell'apparizione di luglio la Madonna aveva detto: «Verrò a chiedere la consacrazione della Russia al mio Cuore Immacolato e la Comunione riparatrice nei primi sabati»: quindi, il messaggio di Fatima non era definitivamente chiuso con il ciclo delle apparizioni nella Cova da Iria.

Il 10 dicembre 1925 la santissima Vergine, con al fianco il Bambino Gesù su una nuvola luminosa, apparve a suor Lucia, nella sua camera nella casa delle Suore Dorotee a Pontevedra. Ponendole una mano sulla spalla, le mostrò un Cuore circondato di spine, che teneva nell'altra mano. Il Bambino Gesù, indicandolo, esortò la veggente con queste parole: «Abbi compassione del Cuore della tua santissima Madre coperto di spine, che gli uomini ingrati in ogni momento vi configgono, senza che vi sia nessuno che faccia un atto di riparazione per toglierle».

La Santissima Vergine aggiunse: «Guarda, figlia mia, il mio Cuore circondato di spine, che gli uomini ingrati in ogni momento mi configgono con bestemmie e ingratitudini. Almeno tu cerca di consolarmi. A tutti coloro che per cinque mesi consecutivi, il primo sabato del mese, si confesseranno, ricevendo la santa Comunione, reciteranno il Rosario e mi faranno compagnia per quindici minuti, meditando i misteri del rosario con l'intenzione di alleviare la mia pena, io prometto di assisterli nell'ora della morte con tutte le grazie necessarie per la salvezza dell'anima».

Il 15 febbraio 1926 il Bambino Gesù apparve di nuovo a suor Lucia a Pontevedra chiedendole se aveva già divulgato la devozione alla sua santissima Madre. La veggente espose le difficoltà presentate dal confessore e spiega che la superiora era pronta a propagarla, ma che quel sacerdote aveva detto che la madre da sola non poteva fare nulla. Gesù rispose: « è vero che la tua superiora da sola non può fare nulla, ma con la mia grazia può tutto».

Suor Lucia espose la difficoltà di alcune persone a confessarsi di sabato e chiese se fosse valida la confessione di otto giorni. Gesù rispose: «Sì, può essere fatta anche molti più giorni prima, purché, quando mi ricevono, siano in grazia e abbiano l'intenzione di consolare il Cuore Immacolato di Maria». Nella stessa occasione. Nostro Signore comunica a Lucia la risposta a quest'altra domanda: «Perché cinque e non nove sabati oppure sette, in onore dei dolori della Madonna?». «Figlia mia, il motivo è semplice: ci sono cinque forme di offese e di bestemmie all'Immacolato Cuore di Maria: 1) le bestemmie contro l'Immacolata Concezione. 2) contro la Sua verginità. 3) contro la Maternità divina, nel contempo col rifiuto di riconoscerla come Madre degli uomini. 4) coloro che cercano pubblicamente di inculcare nel cuore del bambini l'indifferenza, il disprezzo e perfino l'odio nei confronti di questa Madre Immacolata. 5) coloro che la oltraggiano direttamente nelle sue sacre immagini».

Riflessione. La Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria guida l'anima ad un perfetto amore a Gesù. In queste ulteriori apparizioni si nota come al Signore stia a cuore la devozione a sua Madre, nel modo in cui lei stessa l'ha chiesta. Fra le pratiche essenziali della devozione al Cuore Immacolato di Maria ci sono, dunque, la recita quotidiana del santo rosario, raccomandata per ben sei volte dalla Madonna a Fatima, il primo sabato del mese dedicato al Cuore di Maria, a somiglianza dei primi venerdì in onore del Cuore di Gesù e santificato dalla Comunione riparatrice, le preghiere insegnate dall'Angelo e dalla Vergine, i sacrifici. è messa in evidenza la pratica dei Primi cinque sabati la quale comprende, come si è visto, la Confessione, la Comunione, la corona e un quarto d'ora di meditazione sui misteri del Rosario, nei primi sabati di cinque mesi consecutivi, tutto con l'espressa intenzione di onorare, consolare e riparare i Cuore Immacolato di Maria. La meditazione si può fare su uno o più misteri del Rosario, separatamente o insieme con la recita del medesimo o meditando per qualche tempo i singoli misteri prima di recitare la decina. La meditazione, può essere supplita dall'omelia con cui già molti sacerdoti solennizzano i primi sabati» (cfr. da Fonseca). Bisogna sottolineare il significato cristocentrico di questo messaggio che raccomanda una intensa vita di grazia caratterizzato dalla Confessione e dalla Comunione. è anche questo un'ulteriore prova del fatto che Maria ha un unico scopo: quello di condurci sempre più all'unione con Gesù.

Preghiera allo Spirito Santo: O Spirito Santo, pianta innaffia e coltiva nell'anima nostra l'amabile Maria, vero albero di vita, perché cresca, fiorisca e porti frutti di vita in abbondanza. O Spirito Santo, donaci una grande devozione e un filiale amore a Maria, tua divina Sposa; un totale abbandono al suo Cuore materno e un continuo ricorso alla sua misericordia. Affinché in Lei, vivente in noi, Tu possa formare nell'anima nostra Gesù Cristo, vivo e vero, nella sua grandezza e potenza, fino alla pienezza della sua perfezione. Amen.

Per vivere il messaggio Decidiamo di iniziare appena possibile la devozione dei primi sabati e subito dedichiamo almeno mezz'ora alla meditazione dei misteri del rosario.

Cuore Immacolato di Maria, venga il tuo Regno.

Fonte: http://www.preghiereagesuemaria.it/libri/fatima%20il%20grande%20messaggio%20mariano.htm