Santo Rosario on line


NONA


Orazione in silenzio.

Segno della croce.

V. O Dio, vieni a salvarmi.
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

Autor della nostra salvezza
ricorda che un dì il nostro corpo
hai preso, nascendo nel tempo,
da Vergine pura e illibata.

Maria, che sei Madre di grazia
e Madre di misericordia,
proteggici tu dal nemico
e accoglici in punto di morte.

O Madre del nostro Signore,
del Figlio coeterno col Padre,
concedi il tuo aiuto a noi tutti
che in te il rifugio cerchiamo.

O Vergine per il tuo Figlio,
il Padre e il Paraclito Santo,
assistici al nostro tramonto
e rendi sicura la morte.

Sia gloria a te, nostro Signore,
che sei dalla Vergine nato,
al Padre e allo Spirito Santo
per sempre nei secoli eterni. Amen.

Salmo 118, 65-72
Tet

Si volgano a me quelli che ti temono.

Hai fatto del bene al tuo servo, *
secondo la tua parola, Signore.

Insegnami il gusto del bene
e la conoscenza, *
perché ho fiducia nei tuoi comandi.

Prima di essere umiliato andavo errando, *
ma ora osservo la tua promessa.

Tu sei buono e fai il bene: *
insegnami i tuoi decreti.

Gli orgogliosi
mi hanno coperto di menzogne, *
ma io con tutto il cuore
custodisco i tuoi precetti.

Insensibile come il grasso è il loro cuore: *
nella tua legge io trovo la mia delizia.

Bene per me se sono stato umiliato, *
perché impari i tuoi decreti.

Bene è per me la legge della tua bocca, *
più di mille pezzi d’oro e d’argento.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Salmo 118, 73-80
Iod

Si volgano a me quelli che ti temono.

Le tue mani mi hanno fatto
e plasmato: *
fammi capire e imparerò i tuoi comandi.

Quelli che ti temono
al vedermi avranno gioia, *
perché spero nella tua parola.

Signore, io so
che i tuoi giudizi sono giusti *
e con ragione mi hai umiliato.

Il tuo amore sia la mia consolazione, *
secondo la promessa
fatta al tuo servo.

Venga a me la tua misericordia
e io avrò vita, *
perché la tua legge è la mia delizia.

Si vergognino gli orgogliosi
che mi opprimono con menzogne: *
io mediterò i tuoi precetti.

Si volgano a me quelli che ti temono *
e che conoscono i tuoi insegnamenti.

Sia integro il mio cuore nei tuoi decreti, *
perché non debba vergognarmi.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Salmo 118, 81-88
Caf

Si volgano a me quelli che ti temono.

Si consumo
nell’attesa della tua salvezza, *
spero nella tua parola.

Si consumano i miei occhi
per la tua promessa, *
dicendo:
«Quando mi darai conforto?».

Io sono come un otre esposto al fumo, *
non dimentico i tuoi decreti.

Quanti saranno i giorni del tuo servo? *
Quando terrai il giudizio
contro i miei persecutori?

Mi hanno scavato fosse gli orgogliosi, *
che non seguono la tua legge.

Fedeli sono tutti i tuoi comandi. *
A torto mi perseguitano:
vieni in mio aiuto!

Per poco
non mi hanno fatto sparire dalla terra, *
ma io non ho abbandonato i tuoi precetti.

Secondo il tuo amore
fammi vivere *
e osserverò l’insegnamento
della tua bocca.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. Dice Gesù alla madre: Donna, ecco tuo figlio! E al discepolo: Ecco tua madre!

CAPITOLO
At 1,14
Tutti erano perseveranti e concordi nella preghiera, insieme ad alcune donne e a Maria, la madre di Gesù, e ai fratelli di lui.

R. Rendiamo grazie a Dio.
V. Nella tua bellezza e nella tua maestà.
R. Avanza trionfante e regna.

ORAZIONE
O Dio, Padre misericordioso, soccorri la nostra debolezza, e per intercessione di Maria, Madre immacolata del tuo Figlio, fa’ che risorgiamo dal peccato alla vita nuova. Per Cristo no- stro Signore.
Qualora non seguisse nessun altro Ufficio, la conclusione dell’orazione è quella lunga:
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen

V. Signore, ascolta la mia preghiera.
R. A te giunga il mio grido.
V. Benediciamo il Signore.
V. Le anime di tutti i fedeli defunti per misericordia di Dio riposino in pace.
R. Amen.

ANTIFONA
Salve, o Regina di misericordia, dolcezza della vita e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, noi esuli figli di Eva: a te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù, dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci benigno, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Maria.