Santo Rosario on line


Novembre, mese della Madonna della Medaglia Miracolosa





14. LA MEDAGLIA DEI MIRACOLI

Né suor Caterina, né il padre Aladel si erano preoccupati di dare un nome speciale alla Medaglia e nelle relazioni di grazie che subito arrivarono a Parigi da ogni parte, all'inizio venne chiamata con vari nomi, tutti belli e significativi. Alcuni la chiamavano solo "la Medaglia", altri "la nuova Medaglia", "la Medaglia di Maria", "la Medaglia che guarisce", "la Medaglia dell' Immacolata". Ma fra tutti prevalse un nome che presto divenne universale: la Medaglia Miracolosa. Si cominciò a chiamarla così già alla fine del 1833, un anno dopo la prima coniazione e questo è spiegabile pensando allo straordinario numero di prodigi che attraverso di essa il Signore operava. Ma come portare la Medaglia? In una relazione Santa Caterina dice di portarla al collo, ma padre Aladel non si sofferma su questo particolare e fin dall'inizio ognuno la portava come voleva e la Santa non diede molta importanza a questo aspetto. È certo che molte guarigioni si ottengono anche solo appoggiando la Medaglia sulla parte malata. Un altro aspetto è questo: la Medaglia deve essere benedetta? Santa Caterina non ne parla, ma padre Aladel raccomandava di benedirla, secondo l'uso della Chiesa. In ogni caso sia il portarla al collo che la benedizione possono essere aspetti secondari, anche se non trascurabili, perché ciò che più conta è la fede nella bontà e nella potenza della Madonna che tutto può sul Cuore di Dio. L'importante è credere nell'origine celeste della Medaglia e nella fedeltà di Maria nell'adempiere alle sue promesse. Se portiamo la Medaglia al collo, l'immagine dei Cuori di Gesù e di Maria poggerà sul nostro cuore e sarà un segno per ricordarci a quale unione d'amore siamo chiamati. "Legarsi così all'immagine di Maria è una dimostrazione eloquente di amore e di abbandono in lei, è un impegno a prendere su di sè il giogo di questa Vergine senza macchia, non meno dolce e leggero di quello di suo Figlio Gesù. Vi è dunque, nel portare la Medaglia al collo, un simbolismo che sarebbe bene rispettare" (Mott).

Impegno: Chiediamo a Maria di essere sempre docili ai suoi insegnamenti, alle sue ispirazioni e di renderci figli degni di lei. Se possibile, portiamo al collo la Medaglia Miracolosa.

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte.

O Maria concepita senza peccato, prega per noi che ricorriamo a te.

Fonte: Preghiere a Gesù e Maria