Santo Rosario on line


Giugno, mese del Sacro Cuore di Gesù - Meditazioni sul Sacro Cuore di Gesù





28 giugno - LA SANTA MESSA

- Il Divin Cuore di Gesù si fa vittima! Suonano le campane, il sacerdote va all'altare, il grande Sacrificio incomincia, Gesù si fa vittima per tutti nella S. Messa. Che cos'è la S. Messa? È il sole della terra. Che sarebbe della terra se mancasse il sole? È il medesimo sacrificio della croce.

Nella S. Messa non sei più tu che preghi, è Gesù che prega per te, che prega in te. E tu lo sai che la sua preghiera ha un valore infinito. Che cos'è la S. Messa? È la lode e la gloria alla SS. Trinità, la letizia degli Angeli, la via del perdono dei peccatori, la forza e la grazia dei giusti, il refrigerio delle anime del Purgatorio, il beneficio della Chiesa, il rimedio e la medicina contro le tue spirituali infermità.

- S. Isidoro, povero contadino prima di andarsene nei campi, voleva inebriarsi di questo balsamo di adorazione e di amore. S. Zita, povera serva, lesinava sul tempo delle provviste, per ricavare il tempo di ascoltare la S. Messa. Ed un giovane missionario Dehoniano dello Zaire scriveva dicendo che i suoi cristiani impiegavano ore o mezze giornate di cammino per trovarsi presenti alla celebrazione del S. Sacrificio.

E come ascolti la S. Messa? degnamente? È l'atto più sublime di religione che si compia nel mondo. Accompagnati, nell'ascoltarla, alla Madonna, al tuo Angelo custode, ai tuoi Santi Protettori, alle anime del purgatorio.

- La devozione non consiste nel recitare meccanicamente preghiere e rosari, deve venire dal cuore. Quando il cuore sarà veramente compreso dell'eccellenza della S. Messa allora anche sul labbro ti fioriranno quegli accenni di amore e di fede che tanto piacciono a Gesù.

Allora anche il corpo nella sua compostezza diventerà adoratore ed offerente col sacerdote. Allora tu vedrai nella S. Messa ripetersi la passione e la morte di Gesù.

Allora sì che la S. Messa ti apporterà tutti quanti i suoi frutti: ti saranno rimessi i peccati veniali; acquisterai la forza di pentirti dei mortali e di evitarli; riceverai benedizioni spirituali e temporali per te e per i tuoi cari; suffragherai i tuoi poveri morti e otterrai la grazia di ben vivere e di ben morire.

Fonte: www.preghiereagesuemaria.it