Santo Rosario on line


Giugno, mese del Sacro Cuore di Gesù - Meditazioni sul Sacro Cuore di Gesù





26 giugno - DEVOZIONE ALLA MADONNA

- Gesù prima di morire detta il suo testamento. In mezzo agli strazi dell'agonia, contempla il discepolo prediletto e gli dice: Eccoti tua Madre. Il solenne testamento è dunque sigillato dal sangue di Gesù. Per ultima sua volontà, Maria diventa la Madre di tutti.

Gesù che amava divinamente la sua mamma, si mostrò sempre obbediente e sottomesso a Lei; che nei momenti più solenni della sua vita chinava la fronte per ricevere la benedizione materna, che volle sempre il proprio cuore palpitante vicino al cuore della Madre, compie l'estremo sacrificio e dice: Ecco tua Madre.

Maria è la Regina del cielo e della terra. L'ha arricchita di tutti i doni di natura, di grazia e di gloria. L'ha fatta Immacolata e Vergine Madre, perché sua Madre. E perché tale, la volle in cielo, anima e corpo. Di lassù come Madre di Dio tutto può, come Madre tua adottiva tutto vuole. Ricorda le nozze di Cana.

Gesù non vorrebbe operare il miracolo, Maria desidera e così avviene.

- Tutte le grazie del Signore vengono a te per mezzo della Madonna. E se la stimi, come cerchi di amarla? Un figliuolo che dice di amare la sua mamma e poi l'offende, non è sincero; è un cattivo figliuolo. E tu non offendi forse la Madonna col peccato? Quando commetti un peccato, tutte le creature gridano vendetta contro di te, ma la Madonna, no. Essa piange per te, per te invoca sempre la divina misericordia.

Le offri ogni giorno il tuo cuore? La onori al mattino ed alla sera con la recita delle tre Ave Maria? La saluti tre volte al giorno con la preghiera dell'Angelus? E prima di metterti a letto, prendi fra le mani la sua corona, la corona del Rosario?

Ricordati, che il santo Rosario è il termometro della tua devozione a Maria. Se tu incominci a tralasciare il Rosario, il tuo amore alla Madonna diventerà tiepido e freddo; finirai col dimenticarla. O anima buona, ama la Madonna; è l'amore più bello e più santo dopo quello di Dio.

Fonte: www.preghiereagesuemaria.it