Santo Rosario on line


Gennaio, mese dedicato alla Sacra Famiglia





5 gennaio

Questa Famiglia è la città di rifugio per tutto l'universo; e sotto la sua protezione tutto il mondo è al sicuro. Da questa città nessuno è escluso, ed è tanta la gioia di coloro che in essa si rifugiano, che vivono senza afflizioni né angosce perché il Signore abita, come nel tabernacolo della più grande delizia, nella mistica città che compone questa Santa Famiglia.

Tutte le afflizioni della naturalezza umana furono allontanate con il favore di questa Santa Famiglia. Non c'è alcuno che venga a questa Santa Famiglia bisognoso d'aiuto che non sia prontamente favorito.

A Nazareth vi era pace, tranquillità. Maria Santissima non faceva grandi cose, ma con grande perfezione interiore attendeva alla cura della sua casa.

E noi crediamo di umiliarci a fare i lavori più modesti!

San Giuseppe faticava e lavorava nella sua officina, nel nascondimento, e noi desideriamo far conoscere a tutti ciò che facciamo!

Gesù che faceva? La volontà di Dio. Ecco il segreto della più alta perfezione, ecco quello che dobbiamo fare anche noi. Che importa il desiderare di far tante cose, cose grandi e luminose? Dobbiamo cercare il nascondimento e l'umiliazione, le azioni più vili, i posti in cui non si è considerati. Qualunque posto per noi dev'essere lo stesso: quello che ci deve importare è fare la volontà di Dio per mezzo dell'obbedienza.

Esempio
Per onorare la Sacra Famiglia bisogna detestare il peccato mortale. - Un giorno, dopo venticinque anni di vita scapestrata, San Camillo de Lellis fu così colpito dalla grazia del Signore che, trovandosi per strada e non potendo più reggere per l'intima commozione del cuore, si inginocchiò su un sasso e, piangendo e sospirando, chiedeva perdono al suo Signore. E Dio compì in lui l'opera delle sue misericordie e ne fece uno dei più grandi Santi della Chiesa..... Una delle sue più consuete affermazioni era questa: «Piuttosto lasciarmi tagliare a pezzi, che commettere un solo peccato, fosse pure veniale avvertito!». Così si meritava di essere tanto caro alla Sacra Famiglia che, più volte, fu visto da San Filippo Neri circondato da Angeli allorché suggeriva ai moribondi di invocare Gesù, Giuseppe e Maria.

Preghiera
O Famiglia Santa! Famiglia benedetta! accettate l'offerta che oggi anche noi vi facciamo di tutti noi stessi! Ricevete l'oro della nostra memoria che vuole sempre ricordarsi di voi; l'incenso del nostro intelletto, che vuole essere sempre fisso in voi; la mirra della nostra volontà sacrificata tutta a voi nel tempo e nell'eternità!

Pratica. Tre profondi inchini o genuflessioni in spirito d'amore davanti al Bambino Gesù.

Giaculatoria. O Gesù, Maria e Giuseppe, Famiglia tutta di Paradiso, benediteci e salvateci!

CONSACRAZIONE ALLA SACRA FAMIGLIA
(Approvata dal Papa Alessandro VII, 1675)

Gesù, Maria, Giuseppe, che avete composto la più casta, la più perfetta, la più Santa Famiglia che ci sia mai stata, per essere il modello di tutte le altre, io (nome) alla presenza della Santissima Trinità, Padre e Figlio e Spirito Santo e di tutti i Santi e Sante del Paradiso, oggi scelgo voi e i santi Angeli per miei protettori, patroni e avvocati e mi dono e consacro interamente a voi, facendo un fermo proposito e una forte risoluzione di non abbandonarvi mai né di permettere che sia detta o fatta alcuna cosa contro il vostro onore, per quanto è in mio potere. Vi supplico dunque di ricevermi per vostro servitore, o servo perpetuo; assistetemi in tutte le mie azioni e non abbandonatemi nell'ora della morte. Amen.

Fonte: www.preghiereagesuemaria.it