Santo Rosario on line


Gennaio, mese dedicato alla Sacra Famiglia





3 gennaio

Nella Famiglia di Gesù l'anima si assicura ogni bene. Questa Famiglia è la città di rifugio, il monte del divino beneplacito, la casa deliziosa della divina sapienza, al cui riparo, chi si rifugia, ha la porta aperta.

Quando ci viene proposta la casa di questa sacratissima Famiglia, si apre a noi la mensa più deliziosa, che mostra il banchetto della più grande dolcezza.

Questa Famiglia è tutta celeste e le sue grandezze sono sopra ogni umano intendimento. Compongono una città ammirabile, poiché gli abitanti vivono in perfetta unione, e questa Famiglia li unisce con il vincolo della carità perfetta: è la città più illustre e gloriosa.

Da Gesù impariamo principalmente l'obbedienza. Egli fu obbediente e soggetto a Maria Santissima e a San Giuseppe fino all'età di trent'anni. Se Gesù volle darci un esempio così grande, una lezione così solenne di obbedienza, è segno che questa virtù è di ben grande importanza.

Ora, imitiamo noi Gesù nell'obbedire? Obbediamo così? Oppure pratichiamo l'obbedienza in modo tale che anche obbedendo possiamo dire di aver fatto la nostra volontà? Facciamo pesare il comando a chi è in dovere di darcelo? Abbiamo molto da imparare da tutti e tre i Personaggi che compongono la Sacra Famiglia.

Esempio
Per onorare la Santa Famiglia bisogna farla finita con le idee del mondo. - San Giovanni di Dio, nei suoi anni giovanili, si era purtroppo dato ad una vita mondana e dissoluta ma, toccato prodigiosamente dalla grazia del Signore cambiò completamente il suo tenore di vita: disprezzando il mondo, che lo credeva un pazzo, giunse a un così alto grado di santità da meritarsi che nel momento della morte la Madonna stessa gli recasse Gesù Bambino e che gli asciugasse il sudore del volto. Spirò con il crocifisso nelle mani inginocchiato per terra esclamando ad alta voce: "Gesù, Giuseppe e Maria nelle vostre mani raccomando il mio spirito".

Preghiera
Gesù, Maria e Giuseppe, rendeteci per santa semplicità simile a voi in terra, perchè possiamo con voi entrare beati in cielo. Amen.

Pratica. Guardarsi dal modo di parlare poco sincero.

Giaculatoria. Gesù, Giuseppe e Maria, salvate l'anima mia.

CONSACRAZIONE ALLA SACRA FAMIGLIA
(Approvata dal Papa Alessandro VII, 1675)

Gesù, Maria, Giuseppe, che avete composto la più casta, la più perfetta, la più Santa Famiglia che ci sia mai stata, per essere il modello di tutte le altre, io (nome) alla presenza della Santissima Trinità, Padre e Figlio e Spirito Santo e di tutti i Santi e Sante del Paradiso, oggi scelgo voi e i santi Angeli per miei protettori, patroni e avvocati e mi dono e consacro interamente a voi, facendo un fermo proposito e una forte risoluzione di non abbandonarvi mai né di permettere che sia detta o fatta alcuna cosa contro il vostro onore, per quanto è in mio potere. Vi supplico dunque di ricevermi per vostro servitore, o servo perpetuo; assistetemi in tutte le mie azioni e non abbandonatemi nell'ora della morte. Amen.

Fonte: www.preghiereagesuemaria.it