Santo Rosario on line


Febbraio, mese dedicato alla Madonna di Lourdes.





26 febbraio. Eucaristia e purificazione

L'Eucarestia ricevuta in grazia di Dio è un ulteriore mezzo di purificazione: "Qui Gesù non ci dà solo i suoi meriti, ma ci dà tutto se stesso" (Elisabetta della Trinità). L'Eucarestia è realmente la Vita di ogni cristiano; è dolcezza, luce, sollievo, forza.

La Madonna a Lourdes ha detto: "Andate a bere alla fonte". Sì, tanti bevono l'acqua sgorgata allora fra le mani di Bernardetta, ma la vera Fonte d'acqua viva alla quale ci manda Maria è l'Eucarestia!

Questo l'ha capito anche Bernardetta che per la croce e l'Eucarestia ha avuto per tutta la vita un amore particolare. Secondo lo spirito del suo tempo ella praticava poche devozioni, ma sapeva cogliere l'essenziale: "Fare la Via crucis, dire il Rosario, ascoltare la Santa Messa e ricevere le Santa Comunione: queste sono le grandi devozioni!".

La croce e l'Eucarestia... è difficile puntare più in alto. La Messa occupava per Bernardetta il posto più alto. Anche dal suo letto di malata si univa al sacrificio celebrato in tutto il mondo. Ella viveva in modo particolarmente intenso e personale la presenza di Gesù nel Sacramento e si preparava con grande cura alla Comunione, come ci si prepara ad un incontro importante, e preferiva non farla piuttosto che farla male: "Sono molto tranquilla diceva ad una consorella perché non faccio mai la Comunione quando ho un dubbio di coscienza".

All'adorazione per l'Eucarestia si collegava il grande rispetto che aveva per il sacerdote e spesso ripeteva con convinzione: "Il sacerdote all'altare è sempre Gesù sulla croce". Bernardetta aveva capito proprio a fondo il Messaggio della Vergine!

Accogliamolo anche noi, seguiamolo anche su questo punto che poi è di fondamentale importanza per la nostra vita spirituale! Una guida ci viene da San Luigi Maria di Montfort che ci insegna, in vari punti, qui solo accennati in parte, come ricevere l'Eucarestia da veri figli di Maria.

"Prima della Comunione rinnoverai la tua consacrazione dicendo: "Gesù, io sono tutto tuo, tutto ciò che possiedo è tuo, per mezzo di Maria, tua Santa Madre". Poi chiedi a Maria di venire ad abitare in te per ricevere lei stessa Gesù nel migliore dei modi e dille di darti il suo cuore per amarlo. Ricevi Gesù rivestito di Lei, della sua bellezza e della sua santità, non pensando alla tua indegnità e alla tua piccolezza che la Madonna sa trasformare. Infine, con Gesù dentro di te, unito a Maria, chiedi che venga il suo Regno e parlagli di quel che ti sta a cuore dicendo: "Signore, non guardare ai miei peccati! I tuoi occhi vedano in me solo le virtù e i meriti di Maria. Gesù e Maria crescete in me e moltiplicatevi fuori di me, negli altri". Lo Spirito Santo suggerirà anche a te molti altri pensieri se sarai raccolto, e fedele a questa grande e sublime devozione. E non dimenticare mai che più lascerai fare a Maria nella tua Comunione, più Gesù avrà gloria. In misura della tua umiltà, quanto più ascolterai in pace e in silenzio, tanto più Maria potrà operare per Gesù e Gesù in Maria. Non voler vedere, gustare, sentire nulla. Il giusto vive sempre di fede e questo specialmente nella Santa Comunione che è una azione di fede". (cfr TVD 266 273).

Allora chiediamo a Maria di renderci veri innamorati dell'Eucarestia, desiderosi di accostarci frequentemente a bere alla fonte di acqua viva che è Gesù.

Impegno: Durante la Comunione (sacramentale o spirituale) chiediamo a Gesù, per mezzo di Maria, di infiammare il nostro cuore di amore.

Nostra Signora di Lourdes, prega per noi.