Santo Rosario on line


I fioretti di don Bosco

L'Abbé Bonhomme!





In quella stessa circostanza, trovandosi a Nizza Marit­tima, aveva preso una vettura di piazza; ma quando si arrivò al momento di pagare, si avvide di essere senza un soldo. Perciò pregò il vetturale che passasse più tardi dal Patronage Saint-Pierre, dove lo avrebbe soddisfatto. - Di chi debbo cercare?

- Di me.

- Come si chiama? - Abate « Bonomo ».

Verso sera, il vetturale venne, e chiesto al portinaio dell'Abate « Bonomo », questi rispose:

- Ma qui non c'è nessun « Bonomo ».

Il vetturale insiste, alza la voce, ed il portinaio, perdu­ta la pazienza, gli indica bruscamente la porta.

Quegli, tutto rabbioso, stava per uscire, quando entra don Bosco. Al vederlo, prende a gridare in aria di trionfo: - Voilà l'Abbé « Bonhomme! ».

Don Bosco, ridendo, lo paga dandogli anche la man­cia; ed egli soddisfatto e confuso, esclama: - Cet homme n'est rien bonhomme... Il est grand homme! (Costui non è bonomo... è un grand'uomo!).

Fonte: I fioretti di don Bosco - L'Abbé Bonhomme!