Santo Rosario on line


SESTA


Orazione in silenzio.

Segno della croce.

V. O Dio, vieni a salvarmi.
R. Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

Autor della nostra salvezza
ricorda che un dì il nostro corpo
hai preso, nascendo nel tempo,
da Vergine pura e illibata.

Maria, che sei Madre di grazia
e Madre di misericordia,
proteggici tu dal nemico
e accoglici in punto di morte.

O Madre del nostro Signore,
del Figlio coeterno col Padre,
concedi il tuo aiuto a noi tutti
che in te il rifugio cerchiamo.

O Vergine per il tuo Figlio,
il Padre e il Paraclito Santo,
assistici al nostro tramonto
e rendi sicura la morte.

Sia gloria a te, nostro Signore,
che sei dalla Vergine nato,
al Padre e allo Spirito Santo
per sempre nei secoli eterni. Amen.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. Maria serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

Salmo 122
Fiducia nel Signore

A te alzo i miei occhi.

A te alzo i miei occhi, *
a te che siedi nei cieli.

Ecco, come gli occhi dei servi
alla mano dei loro padroni, *
come gli occhi di una schiava
alla mano della sua padrona,

così i nostri occhi al Signore nostro Dio, *
finché abbia pietà di noi.

Pietà di noi, Signore, pietà di noi, *
siamo già troppo sazi di disprezzo,

troppo sazi noi siamo
dello scherno dei gaudenti, *
del disprezzo
dei superbi.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Salmo 123
Ringraziamento

Il nostro aiuto è nel nome de Signore.

Se il Signore non fosse stato per noi, *
– lo dica Israele –,

se il Signore non fosse stato per noi, *
quando eravamo assaliti,

allora ci avrebbero inghiottiti vivi, *
quando divampò contro di noi
la loro collera.

Allora le acque ci avrebbero travolti, *
un torrente ci avrebbe sommersi;

allora ci avrebbero sommersi *
acque impetuose.

Sia benedetto il Signore, *
che non ci ha consegnati
in preda ai loro denti.

Siamo stati liberati come un passero *
dal laccio dei cacciatori:

il laccio si è spezzato *
e noi siamo scampati.

Il nostro aiuto è nel nome del Signore: *
egli ha fatto cielo e terra.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Salmo 124
Dio è la difesa del suo popolo

Il Signore circonda il suo popolo.

Chi confida nel Signore
è come il monte Sion: *
non vacilla, è stabile per sempre.

I monti circondano Gerusalemme: *
il Signore circonda il suo popolo, *
da ora e per sempre.

Non resterà lo scettro dei malvagi
sull’eredità dei giusti, *
perché i giusti non tendano le mani *
a compiere il male.

Sii buono, Signore, con i buoni *
e con i retti di cuore.

Ma quelli che deviano
per sentieri tortuosi *
il Signore li associ ai malfattori. *
Pace su Israele!

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. Maria serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

CAPITOLO
At 1,14
Tutti erano perseveranti e concordi nella preghiera, insieme ad alcune donne e a Maria, la madre di Gesù, e ai fratelli di lui.
R. Rendiamo grazie a Dio.
V. Nella tua bellezza e nella tua maestà.
R. Avanza trionfante e regna.

ORAZIONE
O Dio, Padre misericordioso, soccorri la nostra debolezza, e per intercessione di Maria, Madre immacolata del tuo Figlio, fa’ che risorgiamo dal peccato alla vita nuova. Per Cristo nostro Signore.
Qualora non seguisse nessun altro Ufficio, la conclusione dell’orazione è quella lunga:
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

V. Signore, ascolta la mia preghiera.
R. A te giunga il mio grido.
V. Benediciamo il Signore.
R. Rendiamo grazie a Dio.
V. Le anime di tutti i fedeli defunti per misericordia di Dio riposino in pace.
R. Amen.

ANTIFONA
Salve, o Regina di misericordia, dolcezza della vita e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, noi esuli figli di Eva: a te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù, dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci benigno, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Maria.