Santo Rosario on line


COMPIETA


Orazione in silenzio.

Segno della croce.

V. Rialzaci, Dio, nostra salvezza.
R. E placa il tuo sdegno verso di noi.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen. Lode a te, Signore, Re di eterna gloria.

INNO

Autor della nostra salvezza
ricorda che un dì il nostro corpo
hai preso, nascendo nel tempo,
da Vergine pura e illibata.

Maria, che sei Madre di grazia
e Madre di misericordia,
proteggici tu dal nemico
e accoglici in punto di morte.

O Madre del nostro Signore,
del Figlio coeterno col Padre,
concedi il tuo aiuto a noi tutti
che in te il rifugio cerchiamo.

O Vergine per il tuo Figlio,
il Padre e il Paraclito Santo,
assistici al nostro tramonto
e rendi sicura la morte.

Sia gloria a te, nostro Signore,
che sei dalla Vergine nato,
al Padre e allo Spirito Santo
per sempre nei secoli eterni. Amen.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. Io porrò inimicizia tra te e la donna. Questa ti schiaccerà la testa.

Salmo 4
Preghiera della sera

Il Signore fa prodigi per il suo fedele.

Quando ti invoco, rispondimi,
Dio della mia giustizia! *
Nell’angoscia mi hai dato sollievo; *
pietà di me, ascolta la mia preghiera.

Fino a quando, voi uomini,
calpesterete il mio onore, *
amerete cose vane
e cercherete la menzogna?

Sappiatelo: il Signore fa prodigi
per il suo fedele; *
il Signore mi ascolta
quando lo invoco.

Tremate e più non peccate, *
nel silenzio, sul vostro letto,
esaminate il vostro cuore.

Offrite sacrifici legittimi *
e confidate nel Signore.

Molti dicono:
«Chi ci farà vedere il bene, *
se da noi, Signore, è fuggita
la luce del tuo volto?».

Hai messo più gioia nel mio cuore *
di quanta ne diano a loro
grano e vino in abbondanza.

In pace mi corico
e subito mi addormento: *
perché tu solo, Signore,
fiducioso mi fai riposare.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Salmo 30,2-6
Supplica fiduciosa

Alle tue mani affido il mio spirito.

In te, Signore, mi sono rifugiato, *
mai sarò deluso; *
difendimi per la tua giustizia.

Tendi a me il tuo orecchio, *
vieni presto a liberarmi.

Sii per me una roccia di rifugio, *
un luogo fortificato che mi salva.

Perché mia rupe e mia fortezza tu sei, *
per il tuo nome guidami e conducimi.

Scioglimi dal laccio che mi hanno teso, *
perché sei tu la mia difesa.

Alle tue mani affido il mio spirito; *
tu mi hai riscattato, Signore, Dio fedele.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Salmo 133
Orazione notturna nel tempio

Voi che state nella casa del Signore, beneditelo.

Ecco, benedite il Signore, *
voi tutti, servi del Signore;
voi che state nella casa del Signore *
durante la notte.

Alzate le mani verso il santuario *
e benedite il Signore.

Il Signore ti benedica da Sion: *
egli ha fatto cielo e terra.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

Ant. Io porrò inimicizia tra te e la donna. Questa ti schiaccerà la testa.

CAPITOLO
Ap 12,1
Un segno grandioso apparve nel cielo: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e, sul suo capo, una corona di dodici stelle.
V. Dio la soccorrerà mostrandole il suo volto.
R. Dio è in mezzo ad essa: non potrà vacillare.

CANTICO EVANGELICO
Ant. Alla tua destra sta la regina, in ori di Ofir.

Cantico di Simeone Lc 2,29-32
Cristo, luce delle genti e gloria di Israele.

Ora puoi lasciare, o Signore,
che il tuo servo *
vada in pace, secondo la tua parola,

perché i miei occhi
hanno visto la tua salvezza, *
preparata da te davanti a tutti i popoli:

luce per rivelarti alle genti *
e gloria del tuo popolo, Israele.

Ant. Alla tua destra sta la regina, in ori di Ofir.

ORAZIONE
Perdona, Signore, le colpe dei tuoi figli, e poiché non possiamo salvarci con le nostre opere, ci soccorra l’intercessione della Vergine Maria, madre del tuo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo, che è Dio.

V. Signore, ascolta la mia preghiera.
R. A te giunga il mio grido.
V. Benediciamo il Signore.
R. Rendiamo grazie a Dio.
V. Le anime di tutti i fedeli defunti per misericordia di Dio riposino in pace.
R. Amen.

ANTIFONA
Qui prendiamo venia e rimaniamo in ginocchio.

Salve, o Regina di misericordia, dolcezza della vita e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, noi esuli figli di Eva: a te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù, dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci benigno, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Maria. Quanto segue è lasciato alla libera devozione personale.

ANTIFONA
Santa Maria, soccorri i miseri, aiuta i deboli, conforta gli afflitti, prega per il popolo, intervieni per il clero, intercedi per le vergini consacrate: sentano la tua protezione tutti quelli che ti onorano.

V. O Vergine santa, ti sia gradita la mia lode.
R. Dammi forza contro i tuoi nemici.

ORAZIONE
Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello spirito, e per la gloriosa intercessione di Maria santissima, sempre vergine, salvaci dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine.
Per Cristo nostro Signore.

VANGELO GV 1, 1-14
In principio era il Verbo,
il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era, in principio, presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui
e senza di lui nulla è stato fatto
di ciò che esiste.
In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
la luce splende nelle tenebre
e le tenebre non l’hanno vinta.
Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.
Veniva nel mondo la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
Era nel mondo
e il mondo è stato fatto per mezzo di lui;
eppure il mondo non lo ha riconosciuto.
Venne fra i suoi,
e i suoi non lo hanno accolto.
A quanti però lo hanno accolto
ha dato potere di diventare figli di Dio:
a quelli che credono nel suo nome,
i quali, non da sangue
né da volere di carne né da volere di uomo,
ma da Dio sono stati generati.
E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;
e noi abbiamo contemplato la sua gloria,
gloria come del Figlio unigenito
che viene dal Padre,
pieno di grazia e di verità.
R. Amen.

DOSSOLOGIA
A te si deve la lode, a te l’inno:
gloria a te, Dio Padre
e al Figlio con lo Spirito Santo
nei secoli dei secoli. Amen.

Si aggiunge una delle orazioni seguenti:

ORAZIONE
O Dio grande e misericordioso, la nuova nascita del tuo unico Figlio nella nostra carne mortale ci liberi dalla schiavitù antica che ci tiene sotto il giogo del peccato. Per il nostro Signore. O Dio, Luce del mondo, concedi a tutte le genti il bene di una pace sicura; fa’ risplendere nei nostri cuori quella luce radiosa che illuminò la mente dei Magi: Gesù Cristo, tuo Figlio, nostro Signore. Egli è Dio.
Dio nostra forza e nostra speranza, senza di te nulla esiste di valido e di santo; effondi su di noi la tua misericordia, perché da te sorretti e guidati, usiamo saggiamente dei beni terreni nel- la continua ricerca dei beni eterni. Per il nostro Signore.
V. Signore, ascolta la mia preghiera.
R. A te giunga il mio grido.
V. Benediciamo il Signore.
R. Rendiamo grazie a Dio.
V. Le anime di tutti i fedeli defunti per misericordia di Dio riposino in pace.
R. Amen.

Antifona Salve Regina.
V. Rallégrati, Maria, piena di grazia.
R. Il Signore è con te.

ORAZIONE
Perdona, Signore, le colpe dei tuoi figli, e poiché non possiamo salvarci con le nostre opere, ci soccorra l’intercessione della Vergine Maria, madre del tuo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo, che è Dio.

Accogli con bontà, Padre, le preghiere della tua Chiesa e allon tana da lei ostacoli ed errori, perché i tuoi figli ti servano con piena libertà. Per il nostro Signore. O Dio Padre nostro, mostraci la tua infinita misericordia, libe raci dai nostri peccati e da tutti i castighi che per essi meritiamo, perché i nostri giorni godano il dono della tua pace che ci custodisce da ogni male. Per il nostro Signore.