Santo Rosario on line


Novena a San Nicola da Tolentino
Primo giorno
I. O glorioso s.Nicola, che nato per intercessione del gran taumaturgo di Bari, non vi accontentaste di portare per riconoscenza il suo nome, ma ogni studio ancora adoperaste per ricopiare in voi stesso lo sue virtù; impetrate a noi tutti la grazia di camminar sempre fedeli dietro le orme dei Santi, dei quali portiamo il nome, per così essere favoriti del loro patrocinio, e partecipare dopo la morte alla loro gloria.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

II. O glorioso s. Nicola, che ancor fanciullo faceste vostra delizia il ritiro, l’orazione, il digiuno, e tenero giovinetto, tanto più vi avanzaste nella pietà, quanto maggiori erano i vostri progressi nella letteraria carriera; ottenete a noi tutti la grazia di progredire ogni giorno nell’evangelica perfezione, specialmente con l’orazione e col digiuno, che sono le due ali indispensabili per elevarci alla cima del monte santo.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

III. O glorioso s. Nicola, che, sempre sollecito di corrispondere a tutti i movimenti della grazia cercaste ed otteneste di entrare nell’ordine Agostiniano appena sentiste una predìca di uno di quei santi romiti; ed ivi tanto vi avanzaste nella perfezione da essere in età di dodici anni proposto ai vecchi come modello, e favorito della monastica professione innanzi tempi, impetrato a noi tutti la grazia di secondar fedelmente tatto le divine inspirazioni, ed edificare costantemente i nostri prossimi col disimpegnare nel miglior modo tutti i doveri del nostro stato.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

IV. O glorioso s. Nicola, che, aumentando ogni giorno lo vostre pratiche di penitenza, meritaste d’essere dai vostri superiori spedito a diverse case del vostro Ordine al solo fino di edificare col vostro esempio anche i religiosi più perfetti, e travagliato dallo piaghe le più ostinate, le più dolorose, non faceste mai altro che unirvi più strettamente al vostro Dio; impetrate a noi tutti la grazia di non allontarci giammai nell’esercizio dell’evangelica mortificazione, e di soffrir sempre con pace e con gioia tutto ciò che di afflittivo e di tormontoso ci potesse accadere sopra la terra.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

V. O glorioso S. Nicola, che foste tanto da Dio favorito da moltiplicare con una sola preghiera le domestiche provvisionì a quei poveri che nell’estrema miseria vi vollero far dono dell’unico pane che rimaneva per loro sostentamento, indi consolato e visitate più volte non solo da s. Agostino e da vari Angeli, ma ancora dalla stessa Vergine Maria, foste coi pani da lei benedetti restituito alla pristina sanità, indi infiniti miracoli operaste con i piccoli pani benedetti noi vostro nome, impetrate a noi tutti la grazia d’essere sempre così pii, così caritatevoli o così mortificati da meritarci qui in terra i più distinti favori, e assicurarci nell’altra vita l’eternità dei beati.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.