Santo Rosario on line


Novena ai SS. Cuori di Gesù e Maria

1° GIORNO - Amore dei SS. Cuori di Gesù e di Maria per gli uomini.
Non è possibile, o sacratissimi Cuori di Gesù e di Maria, ridire tutte le prove di generosità e di amore, con cui vi siete degnati di beneficare la po­vera umanità che deve solo alla vostra bontà la propria salvezza. Queste prove sono immense ri­guardo al numero e d'un valore incomprensibile riguardo al pregio e alla bellezza. Chi non si ef­fonde perciò senza misura in lodi e ringraziamenti verso i Cuori di Gesù e di Maria che hanno tanto largheggiato verso le povere creature, mostra di avere un cuore più duro d'una pietra. La nostra gratitudine perciò non deve conoscere limite nè misura e deve essere eterna e indefettibile.

Vi prego perciò, cuori beniguissimi di Gesù e di Maria, di concedermi la grazia tanto sospirata di unirmi a Voi sempre più strettamente e con il cuore e con la mente. A tutto rinunzio, ma non posso rinunziare a questa grazia che forma l'ideale su­premo della mia vita. Per questo soffro ora immen­samente nel vedere che le creature, le occupazioni .. e tante altre sciocchezze mi rubano la vostra pre­senza, o cuori amabilissimi di Gesù e di Maria. Deh! fate che io non ami, non cerchi, non pensi non voglia altra cosa che voi, se tutto è niente fuori di voi? È impossibile che l'anima mia trovi riposo o delizia nelle cose create, di cui vede sempre me­glio la vanità e l'insufficienza.

O Cuori di Gesù e di Maria, accesi d'amore verso di noi, infiammate il cuore nostro d'amore verso di Voi.

ORAZIONE - Vi preghiamo, o Signore, che lo Spirito Santo c'infiammi di quel fuoco che il Signore nostro Gesù Cristo dall'intimo del suo Cuore sparse sopra la terra e volle grandemente si accendesse. Egli, che con voi vive e regna nell' umiltà dello Spirito Santo, Dio per tutti i secoli dei secoli. Così sia.

COLLOQUIO - Cuori dolcissimi di Gesù e di Maria, non per­mettete mai che io sia schiavo del peccato, dell'e­goismo e di qualunque altra passione. Fate che il desiderio di amarvi si accresca e s'infiammi tanto che giunga a consumarmi e trasformarmi intera­mente in Voi. Fate che cerchi in tutto la vostra gloria, il solo vostro onore e tanto sia portato a glorificarvi e farvi glorificare da tutti che questo desiderio formi la mia vita e l'unico mio ideale. Io voglio essere tutto vostro, vivere in voi solo, per Voi solo, con Voi solo, stare con Voi solo, unirmi per sempre a Voi solo. Non posso concepire, non posso permettere in nessun modo il contrario di quanto giuro e scrivo. Con il mio sangue vorrei scrivere queste parole; ma più del sangue deve va­lere la mia volontà, forte e decisa nell'amarvi immensamente più della morte. Così è e così deve essere.